Francesco Fuschini

Elenco dei libri per autore Francesco Fuschini

DON FRANCESCO FUSCHINI (San Biagio d’Argenta, 4 luglio 1914 - Ravenna, 27 dicembre 2006), figlio unico di un fiocinino (cioè un pescatore di frodo) e di una sarta delle Valli di Comacchio, nel 1945, ordinato sacerdote, viene assegnato come cappellano alla parrocchia di San Biagio di Ravenna e, dopo pochi mesi, alla parrocchia di Porto Fuori, frazione di Ravenna. Collabora a numerosi giornali e riviste («Frontespizio », «l’Argine», «Il Romagnolo», «L’Avvenire d’Italia», «l’Osservatore della Domenica», «il Resto del Carlino» e nel 1978 pubblica a Bologna, Non vendo il Papa, cui fanno seguito, tra 1978 e 2014, otto volumi, nati tutti dalla appassionata curatela di Walter Della Monica: L’ultimo anarchico (1980, Edizioni del Girasole); Parole poverette (1981, Rusconi); Porto franco (1983, Libreria Editrice Vaticana); Concertino romagnolo (1986, Il Girasole); Mea Culpa (1990, Rusconi); Vita da cani e da preti (1995, Marsilio); Lettere a Elena (2014, Il Girasole). Ha vinto i premi: Romagna 1977; Guidarello 1978; Selezione Estense 1981 e 1990; Serantini, 1995.
1 - 2 di 2 libri
  • Anteprima Disponibile

    Il libro – come ci infoma Walter Della Monica nella sua presentazione – raccoglie scritti pubblicati sul «Resto del Carlino », dove Fuschini teneva una seguitissima rubrica di domande e risposte fra lui e i lettori del giornale. Se mai avessimo bisogno di una prova ulteriore della ricchezza umana e dello stile prodigioso del gran prete ravennate – l’uomo che Giuseppe Prezzolini definì il maggiore degli scrittori cattolici del Novecento – qui la troveremmo in assoluta e solare evidenza: perché nelle sue risposte insieme acuminate e dolcissime, ironiche e svagate, divertite e graffianti, e sempre nella luce della sua fede, don Fuschini impegna tutta la sua intelligenza e tutta la sua finissima arte di narrare,...

    11,05 € 13,00 € -15%
    Prezzi ridotti!
  • Anteprima Disponibile

    Ancora seminarista, don Francesco iniziò a collaborare al «Frontespizio» di Piero Bargellini e sua madre non riusciva proprio a capire come si potesse guadagnare qualche soldo dalla penna. Arrivarono poi le collaborazioni al «Resto del Carlino» e all’«Osservatore Romano» e i suoi elzeviri divennero i più gettonati perché la sua prosa sapeva di «Ronda» e di Manzoni, ma anche di tanta saggezza dato che i preti – come scrisse don Umberto Colombo – hanno un modo tutto speciale di leggere la storia e sanno vedere Dio nella favola del mondo. Con il Vangelo nella destra e i Sonetti romagnoli di Olindo Guerrini nella sinistra, don Francesco ha dipinto la Romagna come mai nessuno è riuscito a fare. Le sue pagine ancora...

    8,50 € 10,00 € -15%
    Prezzi ridotti!
1 - 2 di 2 libri