Posie. 1985-2017

Nuovo Prezzi ridotti! Posie. 1985-2017 Ingrandisci

Posie. 1985-2017

ISBN :9788865417027

Nevio Spadoni

Sanno bene i lettori come la lingua del pieno ermetismo  – diafana e stremata nella sua letterarietà – concorra a spiegare la nascita della grande poesia dialettale del secondo Novecento italiano, impegnata a recuperare la parola autentica, essa sì pura, perché non corrotta dalle retoriche dell’io e dell’assoluto.Un posto di particolare rilievo,...

15,30 €

-15%

18,00 € IVA incl.

Social

Dettagli

Sanno bene i lettori come la lingua del pieno ermetismo  – diafana e stremata nella sua letterarietà – concorra a spiegare la nascita della grande poesia dialettale del secondo Novecento italiano, impegnata a recuperare la parola autentica, essa sì pura, perché non corrotta dalle retoriche dell’io e dell’assoluto.
Un posto di particolare rilievo, nello svolgersi di questa ricerca,  è largamente riconosciuto a Nevio Spadoni, forse oggi, nella pur fecondissima e viva poesia dialettale delle nostre province, il maggiore dei poeti viventi.
Nella vastità dei temi che fervono ininterrotti nella sua poesia e nella sapienza d’arte del loro rivelarsi, un elemento che forse sopra ogni altro si impone è la natura intensa e mimetica della lingua: in essa, le parole battono con il ritmo dei sentimenti e con la forza delle idee, ne sono la mimési, ora aspre e dure, ora dolcissime all’improvviso aprirsi della tenerezza e dell’elegia.
Passano così le attese e le angosce del vivere, la presenza infinita della morte, la tragica odiosità delle cattiverie umane, i sarcasmi, della cui forza Spadoni conosce impareggiabilmente le trame; ma anche passano gli idilli di mandolini dolcissimi e stanchi, le notti piene di voci, il caldo del mondo nel cuore quando la sera discende: insomma, le «parole come il miele» e quelle come spini che si aprono nella carne.
Dunque, la tragedia e la commedia, qui rese in una lingua di invenzioni continue: una lingua antichissima, venuta dal lento ruminìo di centinaia di generazioni contadine, incardinate nel fondo della nostra anima; una lingua che ora si fa fresca, resa nuova per la virtù di uno dei più grandi poeti della nostra terrra [Roberto Casalini].

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

30 altri prodotti della stessa collana: